Alimentazione specifica – BARF

I nostri adulti in allevamento consumano prevalentemente un prodotto fatto in zona, da un’azienda a conduzione familiare, un prodotto in cui crediamo molto per la genuinità degli ingredienti e la filosofia

I cuccioli invece consumano principalmente gli alimenti della Royal Canin, in particolar modo lo Starter Maxi.

Per i nostri clienti diamo diverse linee guida per la scelta del mangime al momento della consegna del cucciolo, sia a voce che nell’opuscolo. Consigliamo generalmente di utilizzare un prodotto a base di pesce, in particolare:

Barfood Junior Fish

Acquistabile attraverso il sito internet
www.villaggionatura.com
utilizzando il codice buono ACHIRU17
Queste crocchette seguono la filosofia BARF.

Arrivati intorno ai 12 mesi, potrebbe essere una buona soluzione passare alla dieta fresca BARF:

Su quali alimenti si basa e per quali cani è consigliata?

La dieta barf è composta da un 80% di prodotti di origine animale (carne, ossa/cartilagine, frattaglie, trippa) e dal 20% di prodotti vegetali (frutta e verdura). Il punto di partenza del concetto BARF è il consumo da parte del cane di una preda intera allo stato brado, ricca di tutte le sostanze nutritive di cui il cane ha bisogno. Ovviamente pochi proprietari possono nutrire i cani in questo modo, ecco perché risulta più comodo unire i vari componenti del cibo elaborando un piano di dieta.

Seguire la dieta BARF è facile. Non è importante se oltre alla carne cruda il cane mangia anche un po’ di cereali o il 30% (anziché il 20%) di verdure. Inoltre, è ininfluente se il cane mangia una o due volte al giorno. La cosa fondamentale è variare il più possibile l’alimentazione con cibo fresco.

Tutti i cani (di razza e non) hanno bisogno di seguire una dieta a crudo. La selezione delle razze e dei tratti fenotipici (come la lunghezza del pelo, il colore e la forma delle orecchie) non ha cambiato i bisogni fisiologici del cane. Dentatura, anatomia e fisiologia dell’animale ne sono la prova.
Continua..

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.